Articolo di Ricerca su Interazione Laser-Plasma in condizioni rilevanti per Shock Ignition, promosso come Editor’s Pick da Physics of Plasmas

Lo schema “Shock Ignition” (SI) è un promettente approccio per il raggiungimento dell’ignizione laser, che utilizza impulsi laser intensi per la formazione e la propagazione di una forte onda d’urto sul combustibile pre-compresso. Tale schema, proposto nel 2007 da R. Betti (Rochester University, USA), ha il vantaggio di ridurre sensibilmente le instabilità idrodinamiche. Inoltre, dato l’alto guadagno dello schema, la validità della SI può essere già testata nelle grandi laser facilities già esistenti, come la National Ignition Facility a Livermore o il Laser MegaJoule a Bordeaux.

Nell’ambito di un progetto collaborativo Europeo, recentemente finanziato da Eurofusion (European Consortium for the Development of Fusion Energy), abbiamo recentemente partecipato a diverse campagne sperimentali presso il Prague Asterix Laser System (Praga, Repubblica Ceca) per studiare i processi di interazione laser-plasma in condizioni rilevanti per la Shock Ignition, cioè intensità laser di circa 10^16 W/cm2 focalizzati su plasmi lunghi (mm) e caldi (diversi keV).

L’articolo  “Measurements of parametric instabilities at laser intensities relevant to strong shock generation” analizza in dettaglio lo sviluppo di instabilità parametriche (Stimulated Raman Scattering, Stimulated Brillouin Scattering, Decadimento a due Plasmoni) in tali condizioni. L’articolo è stato recentemente pubblicato su Physics of Plasmas a scelto dall’editore come Editor’s Pick.

2 posizioni Post Doc disponibili

Le attività di ricerca in corso presso ILIL comprendono l’accelerazione di elettroni e protoni, la generazione di raggi X e gamma, e l’applicazione di tale radiazione ad alta energia. In questo contesto, stiamo cercando 2 giovani (<36 anni) scienziati per 2 anni di assegno di ricerca ciascuno (stipendio netto circa 1600 euro/mese), da assumere nell’ambito del progetto ARCO-CNR “LaserPIXE “, Recentemente finanziato dalla Regione Toscana (partner partecipanti: Istituto Nazionale di Ottica – CNR, Istituto di Fisiologia Clinica – CNR, INFN – Sezione di Firenze, VCS Parma). L’attività lavorativa riguarderà l’applicazione di particelle ad alta energia (elettroni e protoni) e radiazione X/gamma, generate mediante interazione laser-plasma ad alta intensità, in medicina e analisi elementare non distruttiva (ad esempio tomografia a raggi X e emissione di raggi X indotta da particelle energetiche – PIXE). È richiesto un dottorato di ricerca o 3 anni di esperienza post-laurea in Fisica, Chimica, Matematica, Informatica o Ingegneria, oltre a una buona conoscenza dell’inglese parlato e scritto.

Qui è possibile scaricare il bando.

 

Scadenza: 15 gennaio 2018

Per ulteriori informazioni si prega di contattare:
Fernando Brandi, fernando.brandi@ino.cnr.it, tel. +39 050 315 2584
Luca Labate, luca.labate@ino.cnr.it, tel. +39 050 315 2255
Leonida A. Gizzi, la.gizzi@ino.cnr.ir, tel. +39 050 315 2257